Famiglie Nobili di Sicilia  
Cerca per parola chiave
VoceFamiglie Nobili - Napoli -> Nuccio Naselli
2 record(s) trovati..
Origine -> Descrizione - famiglia Naselli Visto: 688
Voti: 8.87   [Vota] [Riferisci errore]

Una delle nobili e cospicue famiglie d'Italia-detta Nasitto e poi Naselli; perocché al dire del Villabianca da' baroni longobardi ebbe sua origine.
Intanto sappiamo che un Pericone Nasello o Naselli, come corrotto da Pier o Pietro Ugone a soldo di rè Federico II nel 1298 la portò ih Sicilia, ottenendo in compenso di servizi militari i feudi di Caletto e Gibilcalef o Mucarda, non che quello della mastra in territorio di Butera. Il di lui figlio Nicolo fu altresì annoverato nel 1343 tra' baroni feudatari di Piazza. Ne vennero molti illustri personaggi come a dire: un 2° Pericone intimo familiare di rè Alfonso e barone del Comiso 1454; un Gaspare capitano d'arme a guerra della città di Marsala; altro Gaspare primo conte dei Comiso 1571; un Baldassare conte come sopra e barone di Casalnuovo 1599, fondatore della terra di Aragona nel suo feudo di Diesi, cavaliere di s. Giacomo della Spada, governatore della Pace 1607, pretore di Palermo 1607, e capitano giustiziere di Catania 1613; un Luigi primo principe di Aragona 1625, cavaliere d'Alcantara, governatore delle provincie di Cosenza ed Abruzzo, pretore di Palermo 1760; un Baldassare cavaliere del Toson d'Oro, vicario generale delle città di Gìrgenti e Licata 1676, generale d'artiglieria sergente generale di battaglia, gentiluomo di rè Carlo II e pretore di Palermo 1677; altro Baldassare principe di Aragona investito 1711, capitano giustiziere 1724, pretore 1738, cavaliere, gerosolimitano e del s. Gennaro, maggiordomo maggiore consigliere di Stato presidente del supremo Consiglio di Sicilia e mecenate dell'Accademia Giustiniana fondata nel suo palazzo 1722 un 3° Luigi principe di Aragona e di Poggioreale, marchese della Gibellina, conte del Comiso, signore delle terre di Castellamare del Golfo, e delle baronie di Casalnuovo e Gela, grande di Spagna di prima classe, gentiluomo di camera di rè Carlo III, capitano della Guardia-Reale Viceregia del regno, e cavaliere del s. Gennaro, il cui fratello Salvatore rifulse cavaliere gerosolimitano, maggiordomo di settimana, brigadiere dell'esercito e comandante r. squadra delle Galere del Regno.
Questo ramo si estinse in casa Burgio duchi di Villafiorita mentre altre linee formarono i marchesi di Flores derivati da Emmanuele Naselli secondogenito di Luigi Naselli e Saccano primo principe di Aragona, ed i duchi di Gela originati da Francesco Naselli primo duca di Gela 1697, figlio del primo principe di Aragona. In quest'ultima linea notiamo un Domenico governatore della Pace 1749, e del Monte di Pietà 1755, un Luigi cavaliere gerosolimitano, tenente maresciallo e governatore di Cremona in Italia, ciambellano nella imperiai corte di Vienna; un Giovanni maestro razionale di toga del tribunale della r. camera 1772, e finalmente un Giambattista principe di Ficarazzi arcivescovo di Palermo. Questa linea va ad estinguersi in casa Trigona principi di s. Elia.
Arma: d'azzurro, con una fascia, sormontata da un leone nascente, accompagnata in punta da tre palle allineate in fascia il tutto d'oro. Corona e mantello di principe.

Blasone - famiglia Naselli Visto: 678
Voti: 8.85   [Vota] [Riferisci errore]

Naselli






Vedi anche...
[no related categories]

Copyright ©2010-2011 CastellammareOnline, ASPapp.com