Famiglie Nobili di Sicilia  
Cerca per parola chiave
VoceFamiglie Nobili - Sabia -> Susinno Santostefano
2 record(s) trovati..
Origine -> Descrizione - famiglia Santostefano Visto: 372
Voti: 5.5   [Vota] [Riferisci errore]

Famiglia nobile ed antichissima, originaria di Biscaglia, e secondo riferiscono il Mugnos ed il Villabianca, un conte Sancio Diaz ne fu il primo ceppo. I di lui successori acquistarono la signoria d'Ajala; e perché in un loro maggiorasco nella vai di Carranza in Biscaglia riedificarono un'antica torre gota a difesa de' Mori, essendo ivi un eremitaggio dedicato a S. Stefano dal Santo presero il cognome. Fece due passaggi in Sicilia: primo con Martino Santostefano a' servigi di rè Ludovico d'Aragona, coll'ufficio di maggiordomo, tenendo in possesso lo stato d'Avola ed i feudi di Falconeri, Mazzarone, Ginestra e castello d'Arquillo; il di cui fratello Giovanni fu in Messina gran priore dell'ordine gerosolimitano nel 1361; linea estinta in casa Reggio pel matrimonio di Caterina Santostefano con Luigi Reggio. Secondo passaggio nel 1590 con Diego Santostefano visore della squadra delle galere del regno e segretario del tribunale del Sant'Uffìzio di Palermo, padre di Giuseppe Santostefano e la Cerda cavaliere d'Alcantara, barone di Calcusa e di Fontana Murata, primo marchese della Cerda 1659, go- vernatore del Monte di Pietà 1696-97, e di Luigi Senatore di Palermo nel 1646. Notiamo inoltre: altro Giuseppe investito nel 1737, colonello nel r. esercito e governatore del castello del Molo di Palermo; Alessio investito nel 1764, governatore della Compagnia de' Bianchi 1773 ; altro Alessio marchese della Cerda, gentiluomo di camera con esercizio, intendente delle provinole di Messina, Lecce e Caserta, consultore di Stato, commendatore dell'ordine di Francesco I di Napoli, ministro dell'Interno e poscia delle Finanze del governo provvisorio di Sicilia nel 1848-49; e Fulco di lui fratello attuale marchese della Cerda, colonello di Cavalleria in ritiro, commendatore degli ordini Mauriziano e della corona d'Italia, fregiato della medaglia commemorativa per le guerre combattute per l'indipendenza italiana.
Arma: diviso, nel 1.° d'azzurro con una torre d'oro piantata nel canton destro della punta e sormontata da un soldato in atto di suonare la trombetta, accompagnato nel canton sinistro da un'albero di verde, dalla cui sommità pende una catena con caldara d'oro, e due lupi di rosso passanti innanzi l'albero; nel 2.° di rosso con l'aquila spiegata d'oro; la bordura composta di sedici pezzi il primo di rosso colla torre d'oro, il secondo d'oro con un leone di rosso, il terzo d'azzurro coi tré gigli di Francia e così successivamente. Corona di marchese.

Blasone - famiglia Santostefano Visto: 349
Voti: 1   [Vota] [Riferisci errore]

Santostefano






Vedi anche...
[no related categories]

Copyright ©2010-2011 CastellammareOnline, ASPapp.com